Come configurare un server multimediale Linux in meno di un'ora

linux-media server

Progettare il miglior server multimediale per la tua TV e collezione di film può essere una sfida. Quale hardware dovresti usare, quale sistema operativo dovresti installare e quale tipo di software dovresti eseguire?

Piuttosto che perdere tempo a cercare di decidere, ecco la risposta. Un server Linux, che esegue tutto il software multimediale necessario , può essere configurato in meno di un'ora grazie a Docker. Esaminiamo come.

Cos'è Docker?

Anziché installare software in modo tradizionale sul PC, Docker consente di eseguirli in contenitori protetti .

Condividono lo stesso ambiente fisico del tuo sistema operativo, ma funzionano indipendentemente e separati dal tuo sistema principale, il che significa che puoi testare e installare diversi tipi di software senza preoccuparti dei conflitti.

È la piattaforma perfetta per testare nuove applicazioni, in particolare su un server, in cui un aggiornamento errato o una modifica dello script può causare il fallimento di tutto. Docker consente inoltre di velocizzare l'installazione di nuove applicazioni, in particolare combinato con DockSTARTer , uno script per l'installazione e l'aggiornamento dei contenitori di software multimediale tramite Docker.

Requisiti per l'installazione

Per utilizzare DockSTARTer (e Docker), è necessario preparare un server. DockSTARTer può essere eseguito su qualsiasi tipo di computer che esegue Linux, incluso un Raspberry Pi , ma è necessario essere consapevoli del fatto che alcuni software non funzioneranno su architetture basate su ARM come il Pi, il che potrebbe limitare le tue potenzialità qui.

Mentre non importa quale distro Linux si sceglie come Docker verrà eseguito su molte distribuzioni, lo script DockSTARTer non funziona con Arch, quindi non si sarebbe in grado di utilizzare questa guida per quella distribuzione.

Se si desidera mantenere basso l'utilizzo delle risorse, installare il server o le versioni senza testa di qualsiasi distribuzione scelta. Questi verranno senza un ambiente desktop e avranno un ingombro di risorse inferiore.

Questa è un'installazione di media server, quindi avrai bisogno di una CPU capace per la transcodifica dei media, che converte i media da un formato in altri che i lettori multimediali possono quindi riprodurre. Se stai pianificando un uso intenso, una CPU in grado di gestire più flussi transcodificati sarà utile qui.

Questa guida di Plex , il software di streaming multimediale, dovrebbe aiutarti a capire il tipo di processore che ti servirà.

Avrai anche bisogno di abbastanza spazio di archiviazione in modo che il tuo server possa anche fungere da memoria di rete DIY per i tuoi contenuti se non hai già un NAS.

Passaggio 1: installazione di Git and Curl

Per installare Docker con DockSTARTer, devi aprire una finestra di terminale sul tuo server o connettervi tramite SSH . Dovrai prima installare due bit di software: Git e Curl. Git è un software di controllo delle versioni che consente agli sviluppatori di condividere il proprio software, mentre Curl consente il trasferimento dei dati da Internet.

Per installare su un sistema operativo basato su Debian (Debian, Ubuntu, Raspbian, ecc.):

 sudo apt install curl git  

Per installare su Fedora:

 sudo dnf install curl git 

Per installare usando Yum:

 sudo yum install curl git 

Passaggio 2: installazione di DockSTARTer

Dopo aver installato Curl e Git, puoi procedere con l'installazione di DockSTARTer.

Sono disponibili due opzioni per l'installazione di Docker con DockSTARTer: è possibile eseguire l'installazione utilizzando lo script fornito da DockSTARTer o eseguire un'installazione manuale. O va bene, ma dipende da come si preferisce paranoico quando si installa il software utilizzando uno script da Internet.

Installazione con script

Per eseguire lo script di installazione per DockSTARTer, eseguire quanto segue sul terminale:

 bash -c "€(curl -fsSL https://get.dockstarter.com)" 

Una volta completato, digitare quanto segue per riavviare:

 sudo reboot 

Installazione manuale

Se preferisci non utilizzare lo script di installazione fornito, i seguenti comandi cloneranno il repository git contenente DockSTARTer e lo configureranno prima di riavviare:

 git clone https://github.com/GhostWriters/DockSTARTer "/home/€{USER}/.docker" sudo bash /home/€{USER}/.docker/main.sh -i sudo reboot 

Passaggio 3: esegui DockSTARTer e seleziona le tue app

Con DockSTARTer installato, ora puoi iniziare a impostare Docker con i tuoi contenitori. Inizia digitando sudo ds nel tuo terminale per iniziare.

Configurazione dello schermo del terminale di installazione DockSTARTer

Per iniziare l'installazione delle applicazioni Docker, selezionare Configurazione e premere invio , quindi Impostazione completa. Attendi che lo script esegua tutte le azioni prima che ti venga presentato un elenco di app da installare.

Accanto ad ogni app c'è una descrizione utile per aiutarti a scegliere. Qui è dove devi considerare che tipo di app ti serviranno e che vuoi sul tuo server. Intendi utilizzarlo solo per lo streaming multimediale o stai cercando software in grado di organizzare i tuoi file multimediali?

Menu di configurazione dell'installazione di Dockstarter Apps

Per aiutarti a scegliere, ecco alcune possibilità:

  • Plex, un media server a tutto tondo
  • Emby, un'alternativa a Plex
  • Airsonic, un server multimediale per la musica
  • CouchPotato, per download di film automatici
  • Deluge, un client BitTorrent
  • Sonarr, per i download di media TV automatici
  • Gestore HTPC, per gestire determinate app multimediali in un'unica dashboard

Questo elenco non è esaustivo, quindi guarda attentamente le app che hai a disposizione. Utilizza i tasti Su e Giù della tastiera per scorrere e fai clic su spazio per selezionare ciascuna delle app che desideri installare.

Dovresti anche assicurarti di selezionare altre due app, Ouroboros e Portainer. Questi sono utili per la manutenzione di Docker una volta che hai finito di usare DockSTARTer. Ouroboros mantiene aggiornate le app per container, mentre Portainer consente di monitorare e configurare Docker tramite un'interfaccia utente web.

Quando sei pronto per procedere, premi invio.

Passaggio 4: configurare le impostazioni del server

Ci saranno domande di pre-configurazione in questa fase successiva, a seconda dell'app che scegli. Ad esempio, se si sceglie di installare il client BitTorrent di Deluge, è necessario confermare le impostazioni della porta che si desidera utilizzare.

Premi Invio per confermare la configurazione per ogni app (o seleziona No , se preferisci modificarli).

Dopo alcune fasi iniziali di configurazione dell'app, sarà possibile modificare il fuso orario e il nome host della macchina, nonché alcune posizioni predefinite per il contenuto multimediale. Seleziona No , a meno che tu non sia soddisfatto delle impostazioni predefinite, quindi premi invio.

Menu di configurazione del nome host Dockstarter Global Server

La prima opzione consente la configurazione del fuso orario del tuo server. Supponendo che il fuso orario del sistema sia corretto, selezionare Usa sistema in questa fase o selezionarne un altro con Invio nuovo . Modifica il nome host nel seguente menu, utilizzando il nome host del server corrente (se preferisci questo, seleziona Usa di nuovo il sistema ) o seleziona Invio nuovo .

Il prossimo menu chiede di scegliere vari ID utente e ID gruppo; si consiglia di selezionare l'opzione Usa sistema qui.

Dovrai quindi selezionare la cartella corretta per il file di configurazione di Docker. A meno che non si stia pianificando di modificare questa opzione, selezionare Usa sistema . Il prossimo menu chiederà se si desidera impostare le autorizzazioni sul file di configurazione Docker, selezionare e premere Invio.

Ora puoi iniziare a modificare le cartelle per vari media. È possibile selezionare il proprio, ma se si desidera che i file vengano visualizzati nella home directory dell'utente Linux, selezionare Usa sistema per ognuno di questi o selezionare Invio nuovo per località completamente nuove. Se le cartelle non esistono, DockSTARTer chiederà il permesso di crearle, quindi premi e digita.

Log di configurazione finale Dockstarter

Una volta completato, DockSTARTer confermerà le modifiche al file di configurazione del Docker. Alla sua fase finale, ti chiederà se desideri creare i contenitori finali per le tue app; selezionare e premere Invio e attendere il completamento del processo.

Le app verranno scaricate e installate nel contenitore "sandbox" creato in base alle specifiche dell'utente. Questo potrebbe richiedere un po 'di tempo, a seconda delle app che hai scelto, delle risorse del tuo server e della tua connessione Internet.

Una volta completato, le tue app verranno installate e saranno pronte e funzionanti nei contenitori Docker! Alcuni potrebbero richiedere un'ulteriore configurazione, come Emby, e possono essere eseguiti con le UI web per la configurazione. Puoi configurare Emby, ad esempio, visitando YourServerIpAddress:8096 con il tuo browser web.

È inoltre possibile configurare e monitorare l'installazione di Docker con Portainer. Usa il tuo browser web per visitare YourServerIpAddress:9000 dove devi prima creare un account di amministrazione. Scegli un nome utente e una password, quindi premi Crea utente .

Un server multimediale Linux, pronto in meno di un'ora

Docker elimina il dolore dall'installazione di un media server su Linux. Anziché installare ciascuna applicazione separatamente, utilizzando DockSTARTer, è possibile installare Docker e tutte le app contenitore necessarie in un'ora o meno, a seconda della velocità del server (e supponendo che sia già pre-compilato).

Non ha senso avere un server multimediale, ovviamente, senza il giusto lettore multimediale (o lettori!) Da abbinare. Costruisci un lettore multimediale utilizzando queste distribuzioni di media center Linux e trasforma la tua casa nella potenza di riproduzione multimediale più avanzata.

Leggi l'articolo completo: Come configurare un server multimediale Linux in meno di un'ora

Fonte: makeuseof.com]]>