5 tipi di informazioni che non dovresti mai pubblicare online

mai-share-online

Trascorriamo sempre più tempo online e documentiamo la nostra vita attraverso app di lavoro e social. Reti come Instagram, Facebook e Twitter sono spazi pubblici digitali, mentre app di lavoro come Slack, Zoom e Google Docs ci aiutano a lavorare in remoto.

Con così tanti dati pubblicati online, condividiamo inevitabilmente i dettagli personali. Questi vanno dal banale al confidenziale. Non è sempre chiaro cosa non dovresti pubblicare online, quindi siamo qui per aiutarti.

Ecco cinque tipi di informazioni che non dovresti mai condividere online.

1. Posizione

Persona che utilizza Google Maps su uno smartphone
Ingo Joseph / Pexels

Esistono due tipi di dati sulla posizione a cui pensare; dati che scegli di pubblicare (attivi) e dati raccolti dalle tue app e dispositivi (passivi).

Abbiamo la possibilità di scegliere se pubblicare la nostra posizione attiva. Effettuare il check-in su Facebook, taggare una foto su Instagram o twittare con la nostra posizione è facoltativo.

È meglio non pubblicare luoghi personali come il tuo indirizzo di casa. Allo stesso modo, la condivisione di foto può esporre anche la tua posizione. Uno scatto da casa che guarda all'esterno può regalare un punto di riferimento notevole o un segnale stradale che può identificare il tuo indirizzo.

Tuttavia, la raccolta passiva dei dati avviene senza il tuo contributo. La maggior parte di questi dati vengono inviati a un'azienda senza essere pubblicati pubblicamente. Se si tratta di un'app o un'azienda di cui ti fidi per gestire i tuoi dati, potresti sentirti a tuo agio.

Tuttavia, vale la pena prendersi il tempo di controllare le autorizzazioni dell'app e leggere l'informativa sulla privacy del sito.

Cosa puoi fare

  • Controlla le impostazioni sulla privacy sui social network
  • Disabilita la codifica automatica della posizione per aggiornamenti di stato o tweet
  • Non effettuare il check-in a casa tua
  • Controlla l'immagine di sfondo per punti di riferimento identificabili
  • Leggi le politiche sulla privacy per vedere cosa farà un'app o un servizio con i dati sulla tua posizione
  • Rimuovi le informazioni EXIF dalle foto
  • Modificare le impostazioni della fotocamera per non memorizzare le informazioni sulla posizione

2. Indirizzi e numeri di telefono

cassetta postale di casa all'alba
Sean Patrick / Pexels

Il nostro indirizzo di casa e numero di telefono sono tra i nostri oggetti personali più custoditi. Non è probabile che condivideresti consapevolmente queste informazioni al di fuori di coloro che devono conoscerle. Detto questo, potrebbero esserci delle volte che lo esponi accidentalmente.

Ad esempio, puoi scattare una foto della tua posta, ma sfocare l'indirizzo. Tuttavia, il codice a barre del servizio postale stampato sul davanti ha effettivamente il tuo indirizzo codificato al suo interno. Lo stesso vale per la compagnia aerea e per i biglietti di trasporto più prenotati. Le registrazioni online richiedono spesso anche il tuo numero di telefono.

A volte, questo ha uno scopo legittimo, come contattarti per la consegna. Tuttavia, la maggior parte dei siti e delle app non richiede questi dati. Tali servizi potrebbero utilizzare impropriamente il tuo numero di telefono per spam o molestie. Fornire inutilmente dati personali aumenta anche i danni causati dalla violazione di un sito.

Se sei costretto a fornire il tuo numero di telefono, puoi invece utilizzare un servizio come Hushed per creare un numero di telefono temporaneo.

Cosa puoi fare

  • Quando si inviano dati personali online, cercare HTTPS nell'URL
  • Non pubblicare il tuo indirizzo in forum pubblici come Reddit, Twitter, Instagram o craigslist
  • Se incontri qualcuno di Craigslist, scegli un luogo pubblico per la sicurezza e per evitare di dare il tuo indirizzo
  • Redazione o cancellazione dell'indirizzo dalle immagini prima della pubblicazione, insieme ai codici a barre del corriere
  • Installa un'app per telefono con masterizzatore temporaneo come Hushed

3. Identificazione, carte di credito e attività bancarie

Persona in possesso di una carta di debito
Pixabay / Pexels

Il furto di identità è una delle esperienze più stressanti. Potresti essere bloccato dal tuo conto bancario, servizi pubblici, carte di credito e altri servizi essenziali. Tuttavia, puoi prendere ragionevoli precauzioni per proteggere i tuoi account.

Non c'è mai un buon motivo per condividere online immagini dei tuoi ID, informazioni finanziarie o carte bancarie, soprattutto senza prima aver redatto articoli confidenziali. Sfortunatamente, rimarrai sorpreso da quante persone lo fanno, anche da qualche parte come pubblico come Instagram o Twitter.

Cosa puoi fare

  • Non pubblicare online immagini confidenziali, informazioni finanziarie personali o ID
  • Se hai un motivo legittimo per pubblicare, redarre o cancellare tutte le informazioni sensibili

4. Cosa succede al lavoro, resta al lavoro

Impostazione del lavoro remoto da casa
Pixabay / Pexels

Il lavoro e la vita personale tendono a confondersi; soprattutto ora possiamo lavorare in remoto dalle nostre case e dai dispositivi mobili. Detto questo, dovresti mirare a tenerli il più separati possibile.

Lo stress quotidiano, che sia un collega, un capo o un progetto di lavoro, può logorarti. Evita la tentazione di sfogarti sui social network. Non solo rischi di esporre dati riservati, ma comprometti anche il tuo lavoro.

Anche se hai modificato tutte le tue impostazioni sulla privacy, un semplice screenshot potrebbe esporre il tuo post a persone che preferisci non vederlo. Questo vale anche per il contenuto del tuo lavoro. Lavorare da remoto significa che probabilmente ti sentirai più a tuo agio che se fossi in ufficio.

Questo rilassamento abbassa la guardia e condividiamo più online del previsto. Stai condividendo un post su Instagram del tuo ufficio a casa? Assicurati che nessuno dei tuoi lavori sia visibile per primo, che si tratti di documenti, schede del browser o app di messaggistica.

È vero anche il contrario. Se devi condividere qualcosa con un collega, assicurati che tutti i dati personali non siano accessibili.

Ad esempio, durante le chiamate Zoom, l'amministratore dell'area di lavoro può vedere se la finestra Zoom è attiva, quali altre applicazioni sono in esecuzione sul tuo computer e, naturalmente, il tuo flusso video.

Cosa puoi fare

  • Utilizzare elenchi sui social network per separare i contatti
  • Non pubblicare progetti di lavoro o altre informazioni riservate sui social media o sulle app di messaggistica
  • Non portare mai o inviare a casa i documenti via e-mail se non su un account o dispositivo approvato dalla società
  • Parla attraverso le frustrazioni personali con un amico, piuttosto che con un collega di lavoro, ove possibile
  • Non criticare l'attività (attuale o precedente) di alcun collega su un forum pubblico o un social network

5. Guarda cosa dici negli spazi pubblici digitali

Gruppo seduto attorno a un tavolo con i computer
Fauxels / Pexels

Prima di contattare la tua banca su Twitter, prenditi un secondo per considerare che, mostrando pubblicamente il tuo reclamo, ti colleghi a tale istituzione, alla natura del reclamo e possibilmente altro.

Non è un tratto immaginare che se qualcuno vuole prenderti di mira, possono usare queste informazioni per contattarti, fingendo di essere la banca e potenzialmente attirarti nel fornire informazioni più riservate.

Alcuni potrebbero dire che questo scenario è improbabile, ma è possibile. Quindi, dovresti tenerlo a mente prima di far sapere alla tua banca (o ad altri fornitori) cosa hai in mente in uno spazio pubblico.

Questo non è limitato ai finanziamenti, neanche. Seguire le attività commerciali locali, interagire con i politici e condividere i reclami rivela tutti gli spunti della tua vita quotidiana.

Cosa puoi fare

  • Crea account aggiuntivi o anonimi per interagire con il servizio clienti sui social media
  • Non dare dettagli specifici pubblicamente; salvali per una conversazione privata
  • Prima di condividere, considera il tipo di informazioni che il post potrebbe fornire: destinazioni e date delle vacanze, luogo di residenza o di lavoro, ecc.
  • Limita la visibilità impostando il post su privato e aggiorna le tue impostazioni sulla privacy.

Fai attenzione a ciò che condividi

Nella maggior parte dei casi, probabilmente già sai di non condividere informazioni riservate. Tuttavia, anche la costante perdita di dati causa problemi.

Ad esempio, Reddit ti consente di essere anonimo, ma un servizio come SnoopSnoo crea una dashboard che prevede lo stato civile, la posizione, i tempi più attivi e altri dati.

Anche se è bene essere consapevoli dei dati che condividi, non è nemmeno necessario preoccuparti eccessivamente. Finché sei consapevole, puoi prendere provvedimenti per proteggerti. Per ridurre al minimo il rischio di essere scoperti, assicurati di proteggerti anche dalle violazioni dei dati .

Leggi l'articolo completo: 5 tipi di informazioni che non dovresti mai pubblicare online