5 consigli essenziali per proteggere il tuo dispositivo Google Home

google-casa-sicurezza

Sebbene Amazon Alexa sia all'avanguardia tra gli assistenti digitali da casa, Google Home si sta rapidamente aggiornando, ricco di potenti funzionalità.

Per configurare e utilizzare il tuo dispositivo Google Home con tutte le funzionalità, devi utilizzare le credenziali dell'account Google. Ciò significa che Google Home raccoglie una quantità significativa di dati e informazioni personali.

Se questo ti preoccupa, è il momento di pensare alla tua relazione con Google e a come proteggere la tua Home page di Google.

5 modi per proteggere il tuo dispositivo Google Home

Come si protegge un dispositivo Google Home?
A mio parere, Google è una delle aziende più affidabili quando si tratta di raccolta e trattamento di dati personali. In effetti, avere tutti questi dati in un posto all'interno di Google Home è probabilmente preferibile per averlo sparpagliato tra varie terze parti.

  1. Abilita la corrispondenza vocale
  2. Limita i dispositivi esterni
  3. Utilizza l'autenticazione a due fattori
  4. Disattiva la home page di Google
  5. Elimina vecchie registrazioni vocali

Come con qualsiasi dispositivo IoT, tuttavia, esistono alcune best practice accettate per proteggere i dispositivi Google Home . Prima di continuare a leggere, assicurati che la tua rete Wi-Fi sia supportata da una password sicura e dalla crittografia WPA2. Per i punti bonus, configura la tua Google Home e altri dispositivi smart nella loro rete.

Dopo aver protetto la tua rete domestica, puoi adottare questi passaggi per proteggere il tuo dispositivo Google Home.

1. Abilitare la funzione di corrispondenza vocale

A differenza di Amazon Alexa, Google Home ha una funzione nota come "Voice Match" che impara la tua voce nel tempo.

Ciò significa che non puoi solo personalizzare Google Home per rispondere alle tue domande in modo personalizzato, ma puoi anche impedire a terze parti e estranei non autorizzati di utilizzare le funzionalità vocali di Google Home per accedere a informazioni riservate.

Usando Voice Match, Google Home fornirà risultati personalizzati solo se riconosce una voce autorizzata. Puoi attivare Voice Match navigando verso la tua app Google Home e configurandola.

Dovrai addestrare Google Home parlando con esso, ma ciò non richiederà troppo tempo. Quando Voice Match è abilitato, solo le voci autorizzate saranno in grado di attivare il dispositivo.

2. Non impazzire con i dispositivi esterni

Si può essere tentati di collegare tutti i dispositivi esterni con Google Home. Tuttavia, più dispositivi e servizi aggiuntivi vengono utilizzati, ad esempio i servizi bancari, più vulnerabili diventano voi e le vostre informazioni personali.

Se si utilizzano più dispositivi e servizi, vengono inviati più dati avanti e indietro a società terze e fornitori di servizi, e non tutte queste entità sono garantite per proteggere i dati nella stessa misura di Google; quando i dati vengono inviati tra Google Home e Google, vengono crittografati.

Google Home offre numerose opportunità per collegare dispositivi e servizi esterni. Le aziende sono comprensibilmente desiderose di farti fare questo, tuttavia, dovresti resistere alla tentazione se sei preoccupato per la sicurezza.

Anche se il collegamento delle informazioni finanziarie a Google Home può essere conveniente, vale la pena rischiare?

3. Utilizzare l'autenticazione a due fattori

L'autenticazione a due fattori è un ulteriore livello di sicurezza che può fungere da barriera tra ladri e dati. Ricorda che la tua Home page di Google è collegata al tuo account Google, ricca di dati potenzialmente preziosi. Considera la cronologia delle ricerche, l'email, Google Drive, la musica e altro ancora.

Se un hacker riesce a rubare la tua password Google, tutto questo (incluse le registrazioni vocali di Google Home) è un gioco leale.

L'impostazione dell'autenticazione a due fattori d'altra parte protegge completamente il tuo account. Rende praticamente impossibile per una terza parte malintenzionata accedere al tuo account. L'unico modo in cui ciò sarebbe possibile è se qualcuno conoscesse la tua password e avesse il tuo telefono.

Indipendentemente dal fatto che tu usi Google Home, l'uso dell'autenticazione a due fattori è sempre consigliato.

4. Non si usa Google Home? Muto

Proprio come Amazon Alexa , Google Home può essere attivato involontariamente e registrare conversazioni. Molte persone lasciano l'omonima Google Home mentre non vengono utilizzate, tuttavia non dovrebbero.

Le frasi che non assomigliano alle due parole di attivazione possono ancora attivare il dispositivo, quindi se sei preoccupato che il risveglio non intenzionale di Google Home possa registrare informazioni riservate, è consigliabile disattivare il dispositivo quando non è in uso. Le scosse involontarie avverranno, questa è una certezza virtuale.

I dispositivi Google Home dispongono di un interruttore di attivazione / disattivazione o di un pulsante di disattivazione audio sul retro del dispositivo. Quando il microfono è disattivato, la luce della notifica diventa arancione. Fino a quando non riattiverai il microfono, non sarai in grado di utilizzare i comandi vocali.

5. Regolare regolarmente le registrazioni delle vecchie voci

Molte persone non si rendono conto che Google memorizza tutte le interazioni che tu e altre persone avete con Google Home sui server di Google finché non le elimini.

Anche se la maggior parte delle cose che usi Google Home for è improbabile che sia qualcosa di rivoluzionario o di valore – a chi importa davvero che hai chiesto a Google per il tempo? – se l'hai mai usato per qualcosa legato alle tue finanze o alla tua salute, per esempio , dovresti eliminare questi.

Registra regolarmente le vecchie registrazioni vocali di Google Home nel tuo account Google in "Le mie attività" per ascoltarle ed eliminarle. Puoi farlo anche tramite l'app Google Home o visitando myactivity.google.com : non è necessario andare a rovistare tra le impostazioni del tuo account Google!

È facile utilizzare dispositivi intelligenti in modo sicuro

Sebbene gli assistenti intelligenti domiciliari abbiano attratto la stampa negativa, sono perfettamente sicuri se usati correttamente. È buona norma proteggere la rete domestica e tutti i dispositivi intelligenti che si utilizzano su di essi a prescindere. Ciò viene semplicemente con il territorio quando si utilizzano prodotti intelligenti moderni e si beneficia dell'IoT.

La linea di fondo è che non è necessario essere esperti di sicurezza informatica per utilizzare in modo sicuro dispositivi come Google Home. Prendendoci cura di un servizio di pulizia fondamentale per la sicurezza che, nel grande schema delle cose, non richiede molto tempo o sforzi, è possibile utilizzare dispositivi intelligenti senza compromettere le informazioni personali.

Google Home non è l'unico rischio connesso ai dispositivi intelligenti di casa tua. Varie vulnerabilità di Internet of Things possono causare problemi con l'hardware della casa intelligente.

Leggi l'articolo completo: 5 consigli essenziali per proteggere il tuo dispositivo Home di Google

Fonte: Utilizzare