3 modi per alimentare un Raspberry Pi per progetti portatili

Raspi-power

Vuoi portare i tuoi progetti Raspberry Pi al prossimo livello? Avrai bisogno di una soluzione di batteria per tenerlo mobile, ma è più facile di quanto pensi.

Sono disponibili diverse opzioni di alimentazione mobile, dalle soluzioni dedicate progettate per il Pi alle batterie fai-da-te personalizzate. Prendi il tuo Raspberry Pi fuori da casa e partecipa a progetti mobili, con una di queste quattro opzioni.

Requisiti di alimentazione portatili per Raspberry Pi

Proprio come i progetti statici di Raspberry Pi , gli usi portatili del Raspberry Pi devono essere alimentati da un adattatore di rete micro USB 5V di buona qualità con una corrente di 1,2 A (1200 mA) (anche se 1000 mA dovrebbero essere sufficienti per la maggior parte dei progetti sul vecchio Pis).

Tuttavia, le porte USB beneficiano di una fornitura di 2,5 A (2500 mA) se si intende collegare dispositivi senza un hub alimentato.

Raspberry Pi 3 B +

Quale alimentatore di cui hai bisogno dipende dall’applicazione finale del tuo Pi. I pin GPIO hanno un fabbisogno totale di 50 mA, la porta HDMI 250mA e tastiere fino a 100 mA (a seconda del modello, ovviamente). La fotocamera Raspberry Pi richiede 250 mA.

Controllando la potenza nominale di qualsiasi hardware che si intende collegare, si avrà un’idea dei probabili requisiti minimi. Dovrebbe anche aiutarti a determinare la migliore opzione di alimentazione portatile.

1. Batteria per Raspberry Pi 3 B +

Pacco batteria portatile per Raspberry Pi

Batteria per Raspberry Pi 3 B +, 4000mAh Acquista ora ad Amazon

Con il Raspberry Pi è possibile utilizzare qualsiasi batteria portatile progettata per caricare uno smartphone tramite USB. Venduta come soluzione dedicata è il Battery Pack per Raspberry Pi 3 B + di VGE.

Spedizione con una custodia che può essere collegata al Pi, questa batteria da 4000mAh emette 5V. Compatibile con Raspberry Pi B + e versioni successive, due porte USB ti permettono di alimentare il tuo Pi e un display.

Come ci si potrebbe aspettare, questa batteria può anche raddoppiare come caricabatterie per smartphone o tablet. Questo lo rende la perfetta batteria portatile a tutto tondo per la tua tecnologia preferita, ideale per il Raspberry Pi.

2. CAPPELLO DI PIJUICE

PiJuice ti consente di portare il tuo Raspberry Pi ovunque

Progettato secondo le specifiche HAT, questa soluzione compatta rende il tuo Pi autoalimentato e portatile.

Raddoppiando come un gruppo di continuità (UPS), PiJuice HAT di Pi Supply può proteggere il tuo Pi da improvvise perdite di dati. È possibile configurare l’HAT per eseguire uno spegnimento gestito quando l’alimentazione è bassa, che si interrompe quando si perde l’alimentazione principale.

Ancora meglio, il Cappuccio PiJuice ti consente di portare il tuo Raspberry Pi in giro, rendendolo ideale per una vasta gamma di progetti portatili. Una batteria da 1820 mAh fornisce da quattro a sei ore di carica, ma è disponibile una batteria più grande. Ciò fornisce potenzialmente più di 24 ore di alimentazione al tuo Pi.

Compatibile con altre schede e con varie funzionalità integrate (inclusa un’intestazione per l’utilizzo con dispositivi esterni), il PJUice HAT è la soluzione di alimentazione portatile più popolare per Raspberry Pi.

3. Pacchetto batterie al litio Kuman

Kuman Lithium Battery Pack per Raspberry Pi

kuman per scheda di espansione batteria al litio Raspberry Pi Alimentatore di potenza per alimentatore RPi + cavo USB + scheda acrilica a 2 strati per Pi 3 2 Modello B KY68C (batteria al litio Raspberry Pi) Acquista ora su Amazon

Composta da una lastra acrilica a due strati, una scheda di espansione della batteria e una batteria da 5V, questa è una soluzione di potenza Raspberry Pi. Spedizione con tutti i cavi, le viti e le bretelle necessarie, il Kuman Lithium Battery Pack ti consente di montare il tuo Pi insieme al pannello.

La scheda di espansione si trova sotto il Pi, consentendo l’accesso ai connettori e al GPIO. Dispone inoltre di un LED di alimentazione e interruttore e gestisce la ricarica. La doppia uscita USB è inclusa, una per alimentare il Pi, l’altra per un secondo dispositivo come il display LCD da 3,5 pollici di Kuman.

Usando questa soluzione, puoi aspettarti fino a nove ore di ricarica, anche se questo dipenderà dal tuo Pi. Ad esempio, un Raspberry Pi 3 B + che esegue tutti e quattro i core del processore si esaurirà più rapidamente.

4. Alimentatore portatile Raspberry Pi fai da te

Costruisci un alimentatore Raspberry Pi con batterie e un UBEC

In linea con la natura del Raspberry Pi, potresti decidere di costruire il tuo alimentatore portatile.

È possibile farlo a costi relativamente bassi, utilizzando una scatola batteria adatta per batterie AA e un circuito di eliminazione batteria universale. Avrete bisogno di sei o più batterie AA per questa soluzione, ma è possibile collegare altre celle, se preferite.

L’UBEC è un regolatore di potenza che impedisce alle batterie di danneggiare il Pi, quindi dovrebbe essere considerato un componente vitale.

Una scatola della batteria e UBEC possono essere acquistati per un prezzo totale di meno di € 15 compresa la spedizione.

Costruire il tuo pacco batteria portatile fai-da-te è abbastanza semplice. Collegare il filo rosso sul contenitore della batteria al filo rosso sull’UECEC, ripetendo per il filo nero. Potresti farlo usando una morsettiera o semplicemente torcendo e saldando insieme i fili.

A seconda del tipo di UBEC acquistato, potrebbe essere necessario eseguire alcune personalizzazioni qui. Solitamente vengono forniti con un connettore micro USB per il tuo Raspberry Pi, ma se si riceve il connettore GPIO a tre pin, sarà necessario spostare il filo rosso nello slot pin più esterno.

Fallo sbloccando il fermo sul connettore; puoi quindi estrarre il filo rosso dallo slot centrale e inserirlo nello slot più esterno. Questo cavo può essere collegato al GPIO sui pin 2 (il cavo rosso + 5V) e 6.

Per accendere il tuo Raspberry Pi, inserisci tutte le batterie tranne una nella scatola e collega tutto. Quando sei pronto, aggiungi la batteria finale e guarda le spie di stato come gli stivali Pi. Successo!

Quanto dureranno le batterie?

La durata della cella energetica scelta dipende dall’uso. Se hai costruito un sistema di gioco portatile, è probabile che l’addebito si esaurisca con l’uso costante. Questo contrasta con un progetto con un uso più semplice come il monitoraggio della rete . È una buona idea testare il tuo progetto per avere un’idea di quanto durerà la carica.

4 modi per alimentare il tuo Raspberry Pi in movimento!

Con così tante opzioni per esterni e progetti Raspberry Pi portatili, è importante avere una soluzione di alimentazione flessibile.

Riteniamo che le seguenti quattro opzioni siano le migliori:

  1. Caricabatterie per smartphone
  2. CAPPELLO DI PIJUICE
  3. Scheda di espansione batteria Kuman
  4. Crea il tuo pacco batteria

Tutte queste soluzioni di alimentazione portatili per il Raspberry Pi dovrebbero aiutarti a far funzionare il computer all’aperto, qualunque sia il progetto.

Usando il tuo Pi all’aperto? Assicurati che il tuo Raspberry Pi sia protetto prima di iniziare il tuo prossimo progetto.